SporTrentino.it
Mondosport

Sette celebrità con la passione per le scommesse on line

Per molti, le scommesse sportive sono appannaggio di persone comuni della classe media che sperano di vincere grandi somme e di divertirsi rischiando il proprio denaro. Tuttavia, anche i personaggi famosi, compresi gli atleti, amano scommesse online su una partita o un incontro. Alcuni non pubblicizzano la loro passione, ma ci sono 7 celebrità che sono note per le loro scommesse.

Ashton Kutcher
Il famoso attore ha raccontato alla rivista Esquire del suo hobby, apparentemente riferendosi agli anni 2008-2010. In quel periodo Kutcher era un membro del sindacato americano e interpretava il ruolo di un finto scommettitore. Avendo una previsione accurata di una partita basata sul tipo di campo, sui parametri della squadra e persino sulle condizioni atmosferiche, l'attore di successo effettuava scommesse, trasferendo la maggior parte dei profitti al sindacato.
Ora non si sa nulla della passione di Kutcher per le scommesse offline o scommesse online, ma è possibile che occasionalmente torni a scommettere, anche se ora lavora a suo rischio e pericolo.

Barack Obama
Anche il 44° Presidente degli Stati Uniti non si preoccupa di rischiare i suoi soldi scommettendo sullo sport e sceglie il football americano, di cui è appassionato. Il presidente ha "ceduto" durante la trasmissione di un programma televisivo americano, rivelando che stava scommettendo sul Super Bowl, la finale del campionato americano di football americano.
All'epoca, le scommesse online erano legali solo in Nevada, ma Obama ha risposto dicendo di essersi "graziato" grazie alle sue credenziali presidenziali. In questo modo il mondo ha scoperto che il primo presidente nero d'America è un vero scommettitore: secondo lui, infatti, non si perde nemmeno un Super Bowl.

Phil Mickelson
Phil è un golfista professionista americano. Partecipa spesso ai tornei di golf più importanti e vi vince dei premi che gli fruttano un bel po' di denaro. Ma in realtà Phil non è così perfetto: nel tempo libero gli piace scommettere online sullo sport. Non ha preferenze e scommette su una grande varietà di eventi.

Jaromir Jagr
L'atleta ceco è una vera e propria leggenda sul ghiaccio, avendo giocato per numerose squadre della NHL prima di trasferirsi nella Repubblica Ceca per giocare in un club locale. Ma non ha avuto lo stesso successo nelle scommesse online o offline, perdendo sempre perché non analizzava le sue scommesse e nella maggior parte dei casi tirava a indovinare.
Scommetteva fino a 20.000 dollari sul calcio e alla fine doveva 950.000 dollari alle società internazionali di scommesse online.

Michael Jordan
Michael è un giocatore di basket di fama internazionale che ha stupito gli spettatori con le sue prodezze durante le partite. Tuttavia, oltre alle sue grandi capacità cestistiche, Michael è dipendente dal gioco d'azzardo. Si dice addirittura che questa dipendenza sia stata la ragione per cui è stato costretto a lasciare il grande sport. Ci sono anche molte altre voci relative al gioco d'azzardo su questo famoso giocatore.

Curtis Jackson
A differenza di Jagr, 50 Cent è un giocatore di successo e ha dichiarato di scommettere solo in base all'istinto e all'intuito personale.
Le vincite di Curtis sono sbalorditive: 500.000 dollari vinti grazie a una scommessa sulla vittoria dei New York Giants sui San Francisco 49ers, 1,6 milioni di dollari sulla vittoria del suo amico Floyd Mayweather su Manny Pacquiao. Tra l'altro, lo stesso Mayweather non avrebbe mai scommesso, ma Jackson è chiaramente fortunato.

Charlie Sheen
Il bravo attore, che è entrato per sempre nella storia di Hollywood, ha scommesso molto prima che molti degli scommettitori di oggi nascessero. All'epoca le scommesse erano quasi illegali e Sheen scommetteva attraverso un bookmaker clandestino. Le scommesse erano avventate ed espressive, quindi la maggior parte di esse andavano semplicemente perse.
Charlie poteva perdere 200.000 dollari in una settimana e nemmeno la nascita di un figlio gli fece cambiare idea, soprattutto perché era malato di mente e aveva una dipendenza dall'alcol. In definitiva, ecco un esempio visivo di cosa evitare.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.